Fioriture inosservate

Camminando lungo lo sterrato che costeggia un ampio prato seminato a grano, osservavo le altre graminacee che crescono spontanee ai suoi margini. Indubbiamente chi è allergico al loro polline saprà, senza ombra di dubbio, che al momento sono in fiore. Le loro fioriture però passano ai più, completamente inosservate. Pochi si curano delle graminacee. A me piacciono molto da utilizzare insieme ai fiori secchi per le ghirlande da appendere ma mi piace anche soffermarmi ad osservare la loro fioritura. Ho fatto alcune foto in cui si vedono gli stami esposti per poter liberare il polline.

4

erba in fiore

Molte altre sono le fioriture che mediamente non vengono viste. Gli alberi per esempio, non sempre hanno fiori che si notano, oppure si notano i fiori maschili ma non quelli femminili. Il noce (Juglans regia) porta i fiori femminili (in dettaglio, a destra nella foto sotto ) all’apice dei rami, mentre i fiori maschili sono sempre sullo stesso ramo ma più verso il tronco. Le gemme dei fiori maschili si formano entro la fine dell’estate precedente alla fioritura e si possono già osservare durante l’inverno, i fiori femminili sono sulla crescita dell’anno e si sviluppano durante la primavera subito prima della fioritura.

3

Anche i fiori del nocciolo (Corylus avellana) presentano una situazione simile. Nella foto sottostante, a sinistra il dettaglio del fiore femminile, dal quale, una volta impollinato, si svilupperà la nocciola. Il fiore ha si presenta come una gemma dalla quale, in primavera, spuntano dei sottili filamenti rossi (i pistilli) che hanno il compito di catturare il polline trasportato dal vento. I fiori maschili invece sono degli amenti simili a quelli del noce e si vedono nella foto di destra sotto il fiore femminile.

Sia il nocciolo che il noce sono piante che vengono impollinate grazie al vento (piante con impollinazione anemofila). I fiori sbocciano quindi prima dell’emissione completa delle foglie che limiterebbero di molto la circolazione del polline.

Annunci

Biancospino

2bNon c’è una ragione precisa ma, tra gli arbusti autoctoni, quello che mi attrae maggiomente è il biancospino, ora in piena fioritura. Quei rami carichi, sul lato superiore, di minuti fiori bianchi, al punto che il verde si intravvede solo qua e là, mi affascinano. 

1b

I fiori, che dapprima sono tutti raggruppati in piccole sfere color avorio, d’un tratto si aprono tingendo la collina di pennellate candide. Allora mi siedo in un punto dove l’occhio puo spaziare e distogliendo i pensieri dal quotidiano, assaporo questa finestra sulla primavera.

Prugni

1Mentre mi accingevo ad iniziare le pulizie di casa, guardando distrattamente la collina qualche chilometro più in su, ho visto una striscia bianca che la percorreva. La curiosità è stata troppa e presa la macchina fotografica mi sono diretta verso quel campo. La strada sale decisa lungo il versante con alcuni tornanti per poi attraversare in cima l’ultima parte del frutteto. Prugni. In piena fioritura. Una profusione di fiori bianchi che si stagliavano contro il cielo azzurro o che si confondevano con le nubi bianche che il vento spingeva veloci verso sud. Scesa dalla macchina mi ha avvolta un intenso profumo di nettare. Stamattina durante la passeggiata con i cani mi sono fermata a fotografare un Prunus selvatico. L’odore di nettare che emanava era intensamente dolce, a respirarlo sembrava quasi di avere del miele in bocca. Il nettare dei prugni coltivati invece, per quanto profumato, rispetto al cugino selvatico sembra quasi diluito. E’ più lieve come se gli incroci di selezione lo avessero reso più debole…ma ugualmente buono da annusare.

2Mi sono fermata al bordo del frutteto a fare delle foto. Centinaia di api erano al lavoro e il loro ronzio sommesso mi ha fatto compagnia  per tutto il tempo. Mi piacciono le api, spesso mi fermo ad osservarle nel loro continuo lavorio attorno ai fiori.

3Dopo essermi riempita occhi e narici di tutto quello che mi circondava sono rientrata a casa. I lavori erano ancora lì ad aspettarmi, per non offendermi non si erano portati avanti da soli. Così, soddisfatta della mattinata al pascolo tra i frutteti in collina, ho iniziato a fare un po’ di ordine in casa.

4